mercoledì 11 aprile 2012

If only I could turn back time

Vi è mai successo di desiderare di tornare indietro nel tempo?

Che so, avete appena tamponato violentemente uno, e non fate che pensare di voler tornare al momento in cui stavate scrivendo un sms, ovvero un secondo prima che quello davanti a voi frenasse.

Oppure, aprite la lavatrice e vi rendete conto che 40 gradi sono troppi per lavare i maglioni di cachemere di vostro marito. Che voglia di tornare al momento in cui - pensando che: dovete farvi i capelli, dare da mangiare al gatto, metter su la pasta, finire di riordinare, il tutto in 45 minuti - non vi siete sufficientemente concentrate sulla rotella della temperatura della lavatrice!

O ancora, tornare al momento in cui avete aperto la bocca e sono uscite cose che mai e poi mai avreste dovuto dire.
Cose vere, cose accadute, cose che si sono accumulate dentro allo stomaco, che hanno riempito l'esofago, che sono arrivate alla gola e alla fine, complice un piccolo sussulto quasi impercettibile, non avete potuto far altro che vomitarle fuori.
Ma è inutile dare la colpa al sussulto di cui sopra, o magari a chi vi ha rimpinzato di quelle parole, voi la bocca la dovevate tener chiusa e basta, non avete Se, e non avete Ma, dovete solo correre a comprarvi dell'Attak o una spillatrice, e chiudervela per sempre quella brutta boccaccia inutile e puzzolente. Anzi no, è troppo tardi, lo dovevate fare prima, ora la frittata è fatta, e ora l'unica cosa che potete fare è affrontare le conseguenze del vostro inutile ciaciarare.

Indovina, a me sono successe tutte le tre cose scritte sopra, in ordine sparso.
E' con dolore che mi accingo a fare coming out:

Sette anni fa ho tamponato uno perchè stavo scrivendo un messaggio col cellulare, ma a mio padre, a quelli dell'ambulanza, e a quei simpaticoni dei vigili ho raccontato che mi si era incastrato il tacco nel tappetino rotto dell'auto. Sigh.

La scorsa settimana ho ridotto tre morbidissimi maglioncini da uomo ad una misura baby 4/6 mesi. Ero in ritardo, avevo mille cose da fare e..... Sob.

Un mese fa ho rivelato delle confidenze - che non erano poi così confidenziali in quanto non le sapevo solo io ma almeno altre cinque/sei persone minimo - della portata di una bomba nucleare, la quale bomba nucleare, com'è nella sua natura, ora è esplosa in un sonoro BOOM.
Perchè l'ho fatto?
A mia discolpa posso dire che volevo salvare una persona da quello che a mio insindacabile giudizio era una vera e propria ingiustizia. Insomma, egli DOVEVA sapere. Lo dico io, le Testimoni, la Fefè, Sorella e tutti gli altri, perchè tutti sapevano, tutti tranne Lui.
Epperò Lei le sue cagate, a me, le ha raccontate tutte. Mi ha intasato. Il fardello da portare era troppo grande. Io 'gnaa foo. C'ho na Cosa in Testa. Me lo ha detto la maestra.

Ma no, non ho discolpe. Chi si fa i cazzi suoi campa cent'anni, e io morirò a breve. Regolatevi.

16 commenti:

  1. ...mandami i maglioni 4/6 mesi, che li userò il prossimo inverno ;-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahaha!!ma sono ispidi!!

      Elimina
    2. dici che nemmeno il coccolino faccia miracoli??? ;-)))

      Elimina
    3. Il coccolino se ne va via indignato....

      Elimina
    4. allora niente, peccato! ;-) e come stai??

      Elimina
    5. Fisicamente bene....per il resto, questa storia non ci fa vivere sereni e tranquilli....
      :(

      Elimina
  2. ho fatto la fiancata alla macchina nuova di un mese perchè stavo cercando una canzone sull'ipod e non mi sono accorta che stavo accarezzando il guard rail. La versione ufficiale distribuita a parenti e amici ovviamente non è questa. Ti sono vicina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certe cose devono essere seppellite con te!

      Elimina
  3. Oh si, quest'ultima cosa è successa anche a me e da poco tempo. Non mi sono pentita comunque, odio la gente che prende per il culo!

    RispondiElimina
  4. Si, ma quant'è vero e santo il detto 'tra moglie e marito in mettere il dito'!!!!

    RispondiElimina
  5. Io spesso voglio tornare indietro, chè di caxxate ne faccio a raffica... Ma su questo, putroppo, ti devo dire che secondo me hai fatto bene.
    Certo, prima di dire certe cose bisogna esserne assolutamente sicuri, ma dopo se la vedono loro.
    Scusa, ma tu vorresti vivere nell'ignoranza?
    Ecco, io no.
    Quindi, non scrivere sms mentre guidi, concentrati mentre imposti la temperatura dell'acqua quando fai la lavatrice, ma NON pentirti della tua correttezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io SO di aver fatto la cosa giusta, ma mi sento in colpissima xchè se sapevo quelle cose era xchè Lei mi considerava un'amica. E poi c'è un altro fatto strettamente legato che colpisce il mio CM...tipo che Lui è il suo migliore amico, e ora non si sa come andrà a finire...ma questa parte della storia merita un post a parte

      Elimina
    2. Noooooooooooooooooooooo, come sarebbe a dire che è il suo migliore amico?!?!?!?!
      Noooooooooooooooooooooooooooooooooooo


      Ecco, in un caso del genere non vorrei essere nei tuoi panni.
      Uffa. :(

      Elimina